ANNALE VII – Dagli Archivi di Mosca

L'Urss, il Cominform e il Pci (1943-1951)
a cura di Francesca Gori e Silvio Pons
Roma, Carocci 1998
p. 425, L. 48.000 | 9788843012630

 

 

vai a Indice | In breve


·····························································
Indice

L’Italia e il PCI nella politica estera dell’URSS (1943-1945)
Stalin, Togliatti e Thorez (1944-1948)
Mosca, il PCI e la questione di Trieste (1943)
Il PCI e la ‘scomunica’ del ‘48. Una questione di principio
Stalin, Togliatti e il Cominform (1950-1951).


·····························································
In breve

Il volume nasce da una ricerca condotta dopo la fine dell’Urss negli archivi russi. I materiali in esso raccolti e presentati formano il nucleo più significativo della documentazione venuta alla luce negli ultimi anni sui rapporti tra il Partito comunista sovietico e il Partito comunista italiano nel secondo dopoguerra. Temi centrali del volume sono la definizione della “svolta di Salerno”, la questione di Trieste, la nascita del Cominform e le sue conseguenze, le attività cominformiste dopo la rottura con Tito, i rapporti tra Cominform e movimento per la pace. Emergono così nuovi elementi di conoscenza sui principali nodi del nesso tra contesto nazionale e contesto internazionale nella politica di Togliatti e del Pci.
Nella prima parte del volume sono ospitati saggi di autori italiani e russi, incentrati su singoli aspetti dei rapporti fra Mosca e Pci. La seconda parte comprende i documenti selezionati in ordine cronologico, ed è completata da un apparato critico.