ANNALE XIII – Togliatti editore di Gramsci

a cura di Chiara Daniele, Introduzione di Giuseppe Vacca
Roma, Carocci 2005
pp. 293, € 21,80 | 978884302809X

 

 

 

vai a  Indice | In breve | Avvertenza


·····························································
Indice
Avvertenza di Chiara Daniele
Elenco delle sigle
Introduzione di Giuseppe Vacca
Documenti
1. Mario Montagnana a Palmiro Togliatti, 29 aprile 1937
2. Palmiro Togliatti al Centro estero del Partito comunista d’Italia, 12 maggio 1937
3. Protocollo n. 1 della riunione della Commissione dell’IKKI per il patrimonio letterario del compagno Gramsci – 25 febbraio 1939
4. Protocollo n. 2 della riunione della Commissione dell’IKKI per il patrimonio letterario del compagno Gramsci 7 agosto 1939
5. Protocollo (Al n. 675 redatto il 23 dicembre 1940 sulla base di una votazione consultiva avvenuta il 21 dicembre 1940 tra i membri della segreteria dell’IKKI
6. Palmiro Togliatti a Georgi Dimitrov, 20 agosto 1943
7. Eugenia Schucht a Palmiro Togliatti, 11 gennaio 1944
8. Vladimir GeorgeviC Dekanozov ad Aleksander Semenovic Paniuskin, 20 aprile 1945
9. Giulio Einaudi alla direzione del Partito comunista italiano, 12 maggio 1945
10. Palmiro Togliatti a Giulio Einaudi, 7 giugno 1945
11. Giulio Einaudi a Palmiro Togliatti, 15 maggio 1946
12. Felice Platone a Giulio Einaudi, 4 novembre 1946
13. Giulio Einaudi a Felice Platone, 11 novembre 1946
14. Felice Platone a Giulio Einaudi, 22 novembre 1946
15. Giulio Einaudi a Felice Platone, 30 novembre 1946
16. Giulia Schucht a Iosif Stalin, 5 dicembre 1946
17. [Giulio Einaudi] a Felice Platone, 1 dicembre 1946
18. Atto, 10 dicembre 1946
Inventario dei documenti dell’archivio personale di Antonio Gramsci, fondatore del Partito Comunista Italiano, collocato in custodia temporanea presso l’archivio dell’IMEL
19. Aleksander Semenovic Paniuskin a Vladimir Georgevic Dekanozov, 12 dicembre 1946
Inventario dell’archivio personale di Antonio Gramsci
20. D. Sevljagin a Michail Andreevic Suslov, 30 dicembre 1946
21. Michail Andreevic Suslov a Vladimir Semenovic Kruzkov, 11 dicembre [194]6
Elenco delle lettere di Antonio Gramsci tolte dall’archivio personale del compagno Togliatti (Ercoli) per essere spedite in Italia
22. Paolo Robotti a Palmiro Togliatti, 13 gennaio 1947
23. [Giulio Einaudi] a Felice Platone, 25 marzo 1947
24. Palmiro Togliatti a Italo Busetto, 4 agosto 1947
25. Piero Sraffa a Giulio Einaudi, 26 febbraio 1948
26. Appunto di Piero Sraffa, 6 aprile 1948
27. Appunto di Piero Sraffa
28. [Felice Balbo] a Felice Platone, 2 agosto 1948
29. Giulio Einaudi a Palmiro Togliatti, 15 ottobre 1948
30. Palmiro Togliatti a Giulio Einaudi, 19 ottobre 1948
31. [Felice Balbo] a Felice Platone, 11 novembre 1948
32. Palmiro Togliatti a Celeste Negarville, 1 febbraio 1949
33. Giulio Einaudi a Felice Platone, 24 febbraio 1949
34. Felice Platone a Giulio Einaudi, 1 marzo 1949
35. Giulio Einaudi a Felice Platone, 11 marzo 1949
36. [Felice Balbo] a Felice Platone, 10 maggio 1949
37. Felice Platone a Giulio Einaudi, 31 maggio 1949
38. Giulio Einaudi a Felice Platone, 4 giugno 1949
39. Felice Platone a Giulio Einaudi, 11 giugno 1949
40. Felice Platone a Giulio Einaudi, 20 ottobre 1949
41. Felice Platone a Giulio Einaudi, 21 ottobre 1949
42. Felice Platone a Giulio Einaudi, 23 novembre 1949
43. Palmiro Togliatti a Secondi Pessi
44. Secondo Pessi a Palmiro Togliatti, 4 marzo 1950
45. Nota, 6 marzo 1950
46. Ambrogio Donini a Giulio Einaudi, 1 gennaio 1951
47. Fabrizio Onofri a Giulio Einaudi, 30 marzo 1951
48. [Giulio Bollati] a Fabrizio Onofri, 1 maggio 1951
49. [Giulio Einaudi Editore] a Felice Platone, 9 maggio 1951
50. Felice Platone a Giulio Einaudi, 23 maggio 1951
51. Felice Platone a Giulio Einaudi, 30 novembre 1951
52. Felice Platone alla direzione del Partito comunista italiano
53. [Giulio Einaudi a Felice Platone, 4 dicembre 1951
54. [Ambrogio Donini] a Palmiro Togliatti, 18 novembre 1952
55. Ambrogio Donini a Palmiro Togliatti, 4 febbraio 1954
56. Felice Platone a Giulio Einaudi, 6 maggio11954
57. Giulio Einaudi editore a Felice Platone, 7 giugno 1954
58. Felice Platone a Giulio Einaudi, 15 giugno 1954
59. [Daniele Ponchiroli] a Felice Platone, 29 luglio 1954
60. Felice Platone a Giulio Einaudi, 31 luglio 1954
61. Ambrogio Donini a Italo Calvino, 20 dicembre 1954
62. [Italo Calvino] ad Ambrogio Donini, 21 dicembre 1954
63. Giancarlo Vigorelli a Palmiro Togliatti, 5 settembre 1955
64. Palmiro Togliatti a Giancarlo Vigorelli, 12 settembre 1955
65. Giuseppe Berti a Luciano Foà, 24 febbraio 1956
66. Maria Teresa Lanza de Laurentiis a Piero Sraffa, 26 marzo 1956
67. Piero Sraffa a Maria Teresa Lanza de Laurentiis, 30 marzo 1956
68. Appunti attribuiti ad Antonio Pesenti, 13 aprile 1956
69. Maria Teresa Lanza de Laurentiis a Piero Sraffa, 30 aprile 1956
70. Piero Sraffa a Maria Teresa Lanza de Laurentiis, 5 giugno 1956
71. Appunti attribuiti ad Antonio Pesenti, 13 settembre 1956
72. Palmiro Togliatti a Giuseppe Berti, 25 marzo 1957
73. Giuseppe Berti alla Segreteria del Partito comunista italiano, 11 aprile 1957
74. Angelo Tasca a Mario Bergamo, 21 giugno 1958
75. Angelo Tasca a Giuseppe Del Bo, 12 novembre 1958
76. Giuseppe Del Bo ad Angelo Tasca, 17 novembre 1958
77. Giuseppe Del Bo ad Angelo Tasca, 26 novembre 1958
78. Elsa Fubini a Palmiro Togliatti, 27 novembre 1958
79. Angelo Tasca a Giuseppe Del Bo, 29 novembre 1958
80. Michel Bernstein a Giuseppe Del Bo, 10 dicembre 1958
81. Michel Bernstein a Giuseppe Del Bo, 10 dicembre 1958
82. Angelo Tasca a Eugenio Reale, 20 aprile 1959
83. Alberto Mondadori a Palmiro Togliatti, 13 novembre 1959
84. Palmiro Togliatti ad Alberto Mondadori, 14 novembre 1959
85. Palmiro Togliatti a Giuseppe Del Bo, 15 marzo 11960
86. Progetto di edizione dei documenti del 1923-24 proposto alla Segreteria del PCI, 20 aprile 1960
87. Elsa Fubini a Daniele Ponchiroli, 16 maggio 1960
88. Palmiro Togliatti a Giuseppe Del Bo, 17 maggio 1960
89. Giuseppe Del Bo a Palmiro Togliatti, 18 giugno 1960
90. Elsa Fubini a Palmiro Togliatti, 28 luglio 1960
91. Giuseppe Del Bo a Palmiro Togliatti, 10 settembre 1960
92. Palmiro Togliatti a Giuseppe Del Bo, 19 settembre 1960
93. Palmiro Togliatti a Mauro Scoccimarro e Umberto Terracini, 12 novembre 1960
94. Palmiro Togliatti a Giuseppe Dozza, 20 novembre 1960
95. Palmiro Togliatti a Vincenzo Bianco, 20 novembre 1960
96. Palmiro Togliatti ad Antonio Oberti, 22 novembre 1960
97. Palmiro Togliatti a Giuseppe Del Bo, 30 gennaio 1961
98. Giuseppe Del Bo a Palmiro Togliatti, 18 maggio 1961
99. Palmiro Togliatti a Giuseppe Del Bo, 24 maggio 1961
100. Elsa Fubini a Daniele Ponchiroli, 6 giugno 1961
101. Palmiro Togliatti a Giulio Einaudi, 20 giugno 1961
102. Palmiro Togliatti a Elsa Fubini, 29 luglio 1961
103. Franco Ferri alla Segreteria del Partito comunista italiano, 18 novembre 1961
104. Palmiro Togliatti a Camillo Gattinoni, 23 novembre 1961
105. Giulio Einaudi a Palmiro Togliatti, 15 gennaio 1962
106. Palmiro Togliatti a Giulio Einaudi, 18 gennaio 1962
107. Giulia Schucht a Palmiro Togliatti, 21 maggio 1962
108. Giuseppe Del Bo a Palmiro Togliatti, 25 maggio 1962
109. Palmiro Togliatti a Giulia Schucht, 31 maggio 1962
110. Palmiro Togliatti a Salvatore Mariconda, 13 luglio 1962
111. Franco Ferri a Giulio Einaudi, 22 ottobre 1962
112. Palmiro Togliatti ad Alfonso Leonetti, 14 novembre 1962
113. Palmiro Togliatti ad Alfonso Leonetti, 2 febbraio 1963
114. Alfonso Leonetti a Palmiro Togliatti, 14 febbraio 1963
115. Elsa Fubini ad Alessandro Natta, 23 marzo 1963
116. Alessandro Natta a Palmiro Togliatti, 26 marzo 1963
117. Elsa Fubini a Piero Sraffa, 6 aprile 1963
118. Carlo Gramsci a Palmiro Togliatti, 1 maggio 1963
119. Palmiro Togliatti a Carlo Gramsci, 20 maggio 1963
120. Carlo Gramsci a Palmiro Togliatti, 10 giugno 1963
121. Palmiro Togliatti a Carlo Gramsci, 3 giugno 1963
122. Giuseppe Del Bo a Palmiro Togliatti, 1l giugno 1963
123. Palmiro Togliatti a Giuseppe Del Bo, 22 giugno 1963
124. Salvatore Francesco Romano a Palmiro Togliatti, 22 giugno 1963
125. Giuseppe del Bo a Palmiro Togliatti, 18luglio 1963
126. Palmiro Togliatti a Salvatore Francesco Romano, 29 luglio 1963
127. Alessandro Natta per la Segreteria del Pci a Piero Sraffa, 10 agosto 1963
128. Elsa Fubini a Palmiro Togliatti, 13 dicembre 1963
129. Palmiro Togliatti a Elsa Fubini, 16 dicembre 1963
130. Elsa Fubini a Palmiro Togliatti, 1O gennaio 1964
Lettere dal carcere edite ed inedite
131. Palmiro Togliatti a Elsa Fubini, 13 gennaio 1964
132. Giansiro Ferrata a Palmiro Togliatti, 23 febbraio 1964
133. Giulio Einaudi a Piero Sraffa, 5 marzo 1964
134. Piero Sraffa a Giulio Einaudi, 13 marzo 1964
135. Elsa Fubini a Palmiro Togliatti, 16 marzo 1964
136. Giulio Einaudi a Piero Sraffa, 16 marzo 1964
137. Piero Sraffa a Giulio Einaudi, 26 marzo 1964
138. Palmiro Togliatti ad Alfonso Leonetti, 10 aprile 1964
139. Alfonso Leonetti a Palmiro Togliatti, 1 aprile 1964
140. Palmiro Togliatti a Giansiro Ferrata [1 aprile 1964]
141. Palmiro Togliatti ad Alfonso Leonetti, 11 aprile 1964
142. Alfonso Leonetti a Palmiro Togliatti, 15 aprile 1964
143. Sergio Caprioglio a Palmiro Togliatti, 19 aprile 1964
144. Giulio Einaudi a Piero Sraffa, 24 aprile 1964
145. Elsa Fubini a Sergio Caprioglio, 8 maggio 1964
146. Elsa Fubini a Palmiro Togliatti, 11 maggio 1964
147. Palmiro Togliatti a Elsa Fubini, 18 maggio 1964
148. Palmiro Togliatti a Sergio Caprioglio, 20 maggio 1964
149. Alfonso Leonetti a Palmiro Togliatti, 21 maggio 1964
150. Palmiro Togliatti ad Alfonso Leonetti, 3 giugno 1964
151. Giansiro Ferrata a Palmiro Togliatti, 3 giugno 1964
152. Alfonso Leonetti a Palmiro Togliatti, 9 giugno 1964
153. Giulio Einaudi a Palmiro Togliatti, 12 giugno 1964
154. Palmiro Togliatti ad Alfonso Leonetti, 15 giugno 1964
155. Palmiro Togliatti a Mauro Scoccimarro, 15 giugno 1964
156. Palmiro Togliatti a Giuseppe Berti, 15 giugno 1964
157. Palmiro Togliatti ad Alfonso Leonetti, 16 giugno 1964
158. Giuseppe Berti a Palmiro Togliatti, 1l giugno 1964
159. Palmiro Togliatti ad Alfonso Leonetti, 24 giugno 1964
160. Alfonso Leonetti a Palmiro Togliatti, 25 giugno 1964
161. Alfonso Leonetti a Palmiro Togliatti, 25 giugno 1964
162. Elsa Fubini a Palmiro Togliatti, 1 luglio 1964
163. Palmiro Togliatti a Elsa Fubini, 13 luglio 1964
164. Palmiro Togliatti a Giulio Einaudi, 22 luglio 1964
165. Elsa Fubini a Palmiro Togliatti, 24 luglio 1964
Appendice
1. Quaderno con l’elenco delle lettere conservate a Mosca presso la famiglia Schucht
2. Elenco dei documenti “Gramsci” trasmessi a Roma al comp. Togliatti, 24 giugno 1963
3. Lettere a Giulia Schucht 1922-26
4. Un ricordo di Elsa Fubini di Stefano Rizzo


·····························································
In breve
Alla morte di Gramsci, Togliatti attivò il Comintern perché i Quaderni del carcere venissero recuperati (probabilmente attraverso una trattativa fra il governo sovietico e quello di Mussolini) e portati a Mosca presso i suoi archivi. L’iniziativa contravveniva la volontà di Gramsci che invece avrebbe voluto destinarli alla moglie Giulia ed escludere Togliatti dal loro controllo. I Quaderni furono recuperati dalla cognata Tatiana Schucht e inviati a Mosca attraverso l’ambasciata sovietica di Roma poco prima del suo rientro in Russia (novembre 1938). Per decidere dell’eredità letteraria di Gramsci il Comintern istituì una commissione, di cui Togliatti fu naturalmente il dominus. Affidatagli la pubblicazione delle Lettere e dei Quaderni, egli cominciò a lavorarci alla fine del ’39 e poco prima del suo rientro in Italia (marzo 1944) la scelta delle lettere, che con la pubblicazione da Einaudi nel 1947 costituì il primo volume delle Opere di Antonio Gramsci, era già fatta. Sostanzialmente definito era anche il piano editoriale dei Quaderni, che furono pubblicati da Einaudi, in sei volumi, dal 1948 al 1951.
Poco dopo fu avviata la pubblicazione degli scritti precedenti l’arresto e una edizione completa delle Lettere, uscita nel 1965. Nel ’56 venne decisa l’edizione cronologica dei Quaderni, che vide la luce nel 1975. Fino alla sua morte (21 agosto 1964) Togliatti lavorò alla pubblicazione degli scritti di Gramsci ininterrottamente, curandone o impostandone, dirigendone e promuovendone le edizioni. Qui si pubblica la documentazione inedita di tale attività, attinta dagli Archivi del PCI, del Comintern, della Fondazione Gramsci, della Casa editrice Einaudi, della Wren Library di Cambridge (carte Sraffa), della Fondazione Feltrinelli, della Fondazione Gobetti e dagli Archivi di Stato. La cura del volume è di Chiara Daniele. I documenti sono preceduti da un saggio introduttivo di Giuseppe Vacca che ricostruisce l’attività di Togliatti editore di Gramsci dal 1937 al 1964. Si illuminano così aspetti salienti, sconosciuti o poco noti della biografia politica e intellettuale tanto di Gramsci quanto di Togliatti, e si ricostruiscono vicende editoriali che furono alla base di un capitolo fondamentale di storia della cultura italiana, quello legato alla diffusione e all’influenza del pensiero di Gramsci fra il 1947 e il 1964.


·····························································
Avvertenza
di Chiara Daniele
Questo volume raccoglie 167 tra lettere, copialettere, appunti, note informative, elenchi, verbali di riunioni. Si tratta di un’ampia scelta delle fonti per la maggior parte inedite, relative alla tutela, alla conservazione, alla trasmissione dell’eredità letteraria di Antonio Gramsci e alle vicende editoriali delle lettere e degli scritti gramsciani dall’aprile del 1937 alla morte di Palmiro Togliatti. La ricerca, avviata nel corso dei lavori per l’Edizione nazionale degli scritti di Antonio Gramsci, è stata condotta da Giuseppe Vacca e da me nei seguenti archivi: Fondazione Istituto Gramsci (Roma) Archivio del Partito comunista d’Italia 1921-1943, Archivio del Partito comunista italiano, fondi Antonio Gramsci, Palmiro Togliatti, Elsa Fubini, Valentino Gerratana, Istituto Gramsci; Rossiiskii gosudarstvennyi arkhiv sotsial’no-politicheskoi istorii (Mosca); Archivio di Stato di Torino, Giulio Einaudi editore; Fondazione Giangiacomo Feltrinelli (Milano) fondi Angelo Tasca, Istituto Giangiacomo Feltrinelli, Giuseppe Del Bo, Alfonso Leonetti; Trinity College, Wren Library (Cambridge) Piero Sraffa papers; Centro studi Piero Gobetti, Carte di Domenico Zucàro; Carte private Eugenio Reale.
I testi sono autografi e dattiloscritti, in lingua italiana, francese e russa. Quelli in lingua russa sono pubblicati in traduzione.
La traduzione dei documenti 3, 4 e 5 è di Rossana Platone, la traduzione dei documenti 6, 7, 8, 16, 18, 19, 20 e 21 è di Silvio Pons.
La selezione dei documenti pubblicati nel volume è stata decisa insieme con Giuseppe Vacca e la scelta ha privilegiato la documentazione che maggiormente aiuta a ricostruire le vicende della trasmissione dell’eredità letteraria di Gramsci fra Roma e Mosca e la storia editoriale degli scritti gramsciani in relazione al ruolo di “editore” svolto da Palmiro Togliatti. Per questo motivo, pur essendo di straordinario interesse, non sono state incluse le corrispondenze fra Giulio Einaudi, i redattori e i consulenti della Casa editrice che, di volta in volta, seguirono la pubblicazione dei volumi gramsciani, in particolare Antonio Giolitti, Felice Balbo, Delio Cantimori.
Nella trascrizione degli originali sono state rispettate fedelmente la punteggiatura, la grafia, le abbreviazioni che vi compaiono. Nei casi di lectio incerta la parola o l’espressione è stata posta tra parentesi quadre, mentre, nei casi in cui non è stato possibile decifrare il testo, se ne è data notizia in nota. Gli errori sono segnalati con il sic; per i dattiloscritti sono stati corretti gli evidenti refusi. Un confronto con i bnon molti testi stampati in volumi precedenti rivelerebbe alcune varianti che però non si è ritenuto necessario segnalare, dal momento che non alterano o mutano il senso del discorso. I documenti sono stati ordinati cronologicamente secondo la data della loro stesura.
Le date sono state trascritte come tali e, dove necessario, completate tra parentesi.
I documenti sono corredati della collocazione archivistica e di note esplicative che aiutano a chiarire i punti oscuri del testo e i riferimenti a fatti e persone.
Mentre era in corso la preparazione del volume – le ricerche sono cominciate nel 1997 – il fondo Palmiro Togliatti della Fondazione Istituto Gramsci è stato oggetto di un intervento archivistico di riordinamento. La collocazione dei documenti indicata si riferisce alla precedente segnatura.
Un ringraziamento speciale va alla Casa Giulio Einaudi e al suo presidente, Roberto Cerati, per aver permesso la consultazione dell’archivio anche prima che fosse aperto agli studiosi e per aver concesso il diritto di pubblicazione delle carte. Un grazie a Walter Barberis che, per lunghi pomeriggi, ha ospitato me e Giuseppe Vacca nel suo studio e a tutto il personale della Casa editrice per la gentilezza con la quale ci ha assistito. Un ringraziamento al personale dell’Archivio di Stato di Torino, dove l’Archivio Einaudi è oggi consultabile su autorizzazione della presidenza della Casa editrice.
Uno ringraziamento particolare va alla Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e al suo presidente, Carlo Feltrinelli, per aver concesso la consultazione degli archivi della Fondazione e la pubblicazione di fonti che documentano una “storia” che è parte della storia della Fondazione. Un grazie a tutto il personale della biblioteca Feltrinelli.
Un ringraziamento a Carla Gobetti, presidente del Centro Studi Piero Gobetti, a Jonathan Smith, conservatore dei manoscritti moderni della Wren Library del Trinity College di Cambridge e a Laura Reale per avermi concesso dall’Archivio Eugenio Reale il documento 82. Un sentito ringraziamento a Maria Luisa Mangoni che mi ha aiutato a sciogliere le sigle e i protocolli delle lettere e dei copialettere e a contestualizzare i documenti della casa editrice Einaudi, a Francesco Giasi, che insieme a Maria Luisi Righi cura la bibliografia gramsciana, per l’aiuto relativo alla descrizione delle carte riguardanti le corrispondenze di Palmiro Togliatti. Inoltre, Maria Luisa Righi e Giovanna Bosman mi hanno fornito un aiuto prezioso nei riscontri finali e nelle ultime ricerche presso gli archivi della Fondazione Istituto Gramsci, e di ciò sono loro particolarmente grata. Infine, voglio ringraziare Anna Bodini che ha curato la preparazione editoriale dei testi. Di ogni imprecisione è responsabile, ovviamente, la curatrice.