Dai fratelli Wright a Hiroshima

Breve storia della questione aerea (1903-1945)
Gianluca Fiocco
Roma, Carocci 2002 | pp. 320, € 26,10 | 9788843023820
STORIA INTERNAZIONALE DEL XX SECOLO / 3

 

 

 

vai a Indice | In breve
·····························································
Indice

Prologo. La nascita della questione aerea
1.Il fallimento del disarmo aereo
I profeti della guerra aerea
Da Washington all’Aja
Il protocollo di Ginevra e l’incubo aerochimico
L’eccezione coloniale
La conferenza di Ginevra
Un fallimento inevitabile
2.La prima corsa alla difesa civile antiaerea
Le manovre aeree in Francia
Il progetto Sarraut
Il patto aereo e la nascita della Luftwaffe
Air Raid Precautions
Tra Mosca e Brighton
Il comunismo internazionale e la guerra aerea
3.Etiopia, Spagna, Cina. I laboratori della guerra aerea
La sconfitta del diritto bellico ottocentesco
Gas sulle ambe
Il Front populaire e la questione aerea
I bombardamenti di Madrid
Scienziati all’attacco
La politica aeronautica di Pierre Cot e i suoi oppositori
Guernica e l’ipotesi di una tregua aerea in Spagna
Le lezioni della Spagna
Bombe sulla Cina
4.Verso la guerra
Dai guardiani antiaerei all’ARP Bill
Il bombardiere e l’appeasement
Ritorno all’Aja
Monaco e le prove generali della mobilitazione antiaerea
Da Monaco alla guerra: i piani ARP tra riforma e questione sociale
5.Da Guernica a Hiroshima
Il viaggio di Marcel Junod
L’apocalisse mancata
Da Varsavia a Coventry
Il tramonto del bombardiere
La nota Lindemann e le incursioni da mille bombardieri
Casablanca e l’esperimento di Churchill
Nemesi douhetiana sull’Italia
Tempesta di fuoco su Amburgo
L’area bombing sotto accusa
Inter arma silent leges
Il dominio dell’aria
Le implicazioni morali dei raid
La guerra aerea alleata e la prospettiva dei dirigenti tedeschi
L’analisi alleata dei bombardamenti
Hiroshima e oltre Epilogo. L’eredità della questione aerea
Le responsabilità della scienza
La dottrina aerea americana tra ambizioni e limiti
Ritorno a Ginevra
Il fallimento del disarmo atomico
Possiamo difenderci dalla bomba atomica
I primi passi della difesa civile antiatomica: il caso americano
L’equilibrio del terrore realizzato
Guerra atomica e comunismo internazionale
Dalla guerra impossibile alle guerre reali
Bibliografia
Indice dei nomi

·····························································
In breve

Quando i primi aeroplani si librarono in volo al cospetto di folle inneggianti al progresso, minoranze illuminate cominciarono a interrogarsi sulle future conseguenze militari della conquista dei cieli. Da allora l´arma aerea ha conosciuto un lungo ed incessante sviluppo, potenziando in modo esponenziale le proprie capacità distruttive. La presente ricerca ripercorre lo snodarsi della “questione aerea” dai primi pionieristici voli di guerra fino a Hiroshima e Nagasaki. In particolare, la trattazione si sofferma sul dibattito teorico che investì il ruolo dei bombardieri nel decidere l´esito dei conflitti; sul confronto che coinvolse giuristi e diplomatici per realizzare forme di disarmo aeronautico e regolamentare la guerra aerea; sull´adozione di provvedimenti per proteggere la popolazione civile da attacchi aerei terroristici. Approfondimenti sono riservati alla Francia e all´Inghilterra, i due grandi paesi democratici dove si svolse un lungo e appassionante dibattito sulle implicazioni della guerra aerea.