GRAMSCI NEL MOVIMENTO COMUNISTA INTERNAZIONALE

a cura di Paolo Capuzzo e Silvio Pons
Carocci, Roma 2019 | pp. 242
€ 24,00 | 9788843094912

 
I contributi raccolti nel volume ricollocano la figura di Gramsci nel quadro degli anni Venti e Trenta e consentono di esplorarne l’originalità alla luce del dialogo intrattenuto con le multiformi prospettive del comunismo del suo tempo. “Tradurre” il bolscevismo in Occidente, pensare il rapporto tra democrazia di massa e
comunismo, analizzare le trasformazioni dell’ordine mondiale comprendendo alla luce di esse il fascismo: attorno a questi e altri compiti si incentrò la sua opera politica e intellettuale.
Si ripercorrono così passaggi decisivi della biografia politica gramsciana: la Grande guerra, il movimento consiliare, l’esperienza cosmopolita a Mosca, fino agli ultimi anni precedenti alla prigionia, caratterizzati dalla conquista della leadership del Partito comunista d’Italia nel contesto della crisi creatasi nel gruppo dirigente bolscevico dopo la morte di Lenin. I saggi forniscono inoltre molteplici chiavi di lettura utili a comprendere i suoi scritti carcerari, la cui elaborazione apparirà più chiara alla luce delle esperienze maturate da Gramsci tra il 1914 e il 1926.

 
·····························································
Indice
Prefazione
di Paolo Capuzzo e Silvio Pons 9
 
I. Gramsci e il movimento internazionale prima del comunismo
di Leonardo Rapone
I.I. Gramsci e Sorel: consonanze e dissonanze 12
I.2. Lontano da Michels 23
I.3. La guerra è inevitabile? 27
 
2. Tra Wilson e Lenin. America e americanismo nella formazione dei comunisti italiani, 1917-1921
di Bruno Settis
2.I. Attraversamenti atlantici, dalle migrazioni alla guerra 33
2.2. Il momento wilsoniano 39
2.3. Da Wilson e Gompers a Taylor e agli rww: gli Stati Uniti nell'”Ordine nuovo” 47
2.4. Conclusioni 57
 
3. Il consiliarismo come pratica di governo
di David Bidussa
3.I. Premessa 59
3.2. Uso pubblico della storia 60
3.3. Modelli consiliari 64
3.4. Il “problema Gramsci” 69
3·5· Conclusioni 78
 
4. La questione agraria e contadina
di Paolo Capuzzo
4.I. Questione agraria e socialismo tra Otto e Novecento 81
4.2. Gramsci e la questione contadina 91
 
5. Di fronte al fascismo. Gramsci e il dibattito nel movimento comunista internazionale
di Alessio Gagliardi
5.I. Le prime letture del fascismo 103
5.2. Il Comintern: gli anni delle discussioni 105
5.3. Sottrarsi all’ortodossia 113
5.4. Fascismo e bonapartismo 122
5.5. Percorrendo nuove strade 128
 
6. «Sulle rive dell’ampia Moscova». Gramsci nella Russia di Lenin
di Maria Luisa Righi
6.I. La calda estate di Mosca 133
6.2. Il bosco d’argento 140
6.3. A colloquio con Lenin 143
6.4. L’invito di Lenin 146
6.5. «Nell’attesa snervante della partenza»: il 1923 149
6.6. La lezione dell’esperienza sovietica 151
 
7. La bolscevizzazione tradotta in «linguaggio storico italiano» (1923-1926)
di Francesco Giasi
7.I. Bolscevismo e ordinovismo 157
7.2. La bolscevizzazione in Italia I66
7.3· Contrasti e convergenze a Mosca nel 1925 I69
7.4. Marxismo e leninismo 172
7.5. Le “traduzioni” del 1926 175
 
8. Sopravvivrà il capitalismo? Gramsci e il dibattito sulla “stabilizzazione relativa”
di Andrea Borelli
8.I. I limiti di un confronto 185
8.2. Tra dubbi e contraddizioni 191
8.3. Il paradigma rivoluzionario 196
 
9. Gramsci e l’internazionalismo comunista: I922-I926
di Silvio Pons
9.I. L’ internazionalismo “concreto”: revisioni, traduzioni, interdipendenze 203
9.2. La riflessione sulla sconfitta e le nuove interdipendenze tra Europa e Russia 210
9.3. Le due stabilizzazioni 213
9.4. Gli interrogativi sulla rivoluzione mondiale 220
9.5. Il senso ultimo dell’internazionalismo 227
 
Indice dei nomi 235

 
Il volume è stato realizzato con il contributo della Fondazione Gramsci e della Fondazione Gramsci Emilia-Romagna.