GLI ARCHIVI DELLA RESISTENZA ON LINE

 

Il Portale Archivi della Resistenza è stato progettato e realizzato dalla Fondazione Gramsci, in collaborazione con la Fondazione Gramsci di Puglia e con l’Istituto pugliese per la storia dell’antifascismo e dell’Italia contemporanea. Avviato nel novembre 2015 e portato a termine nell’aprile 2017 è stato inserito nel Programma ufficiale delle celebrazioni del 70° Anniversario della Resistenza e della Guerra di Liberazione a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale.

La realizzazione del Portale ha comportato l’inventariazione/catalogazione informatizzata, la digitalizzazione e la pubblicazione on line dei documenti d’archivio provenienti dai fondi Brigate Garibaldi 1943-1945, Direzione Nord 1943-1945, Corrispondenza Roma-Milano 1943-1945, Volantini della Resistenza 1944-1945, posseduti dalla Fondazione Gramsci, della Raccolta di fascicoli personali di perseguitati politici e antifascisti 1894-2015 dell’archivio dell’ANPPIA di Bari, di alcune collezioni di periodici appartenenti alla biblioteca della Fondazione Gramsci e alla Fondazione Gramsci di Puglia.

Il Fondo Brigate Garibaldi contiene documentazione delle formazioni militari del Partito comunista italiano o a esso collegate che operarono nell’Italia occupata tra l’11 settembre 1943 e l’aprile-maggio 1945. Le carte sono state divise in due serie. La prima raggruppa i documenti degli “Organi centrali” e comprende bollettini, direttive, circolari, relazioni di carattere politico-militare e tabelle riassuntive della situazione militare elaborate in prevalenza tra la tarda primavera del 1944 e il maggio 1945. La seconda serie riguarda le “Sezioni regionali”. Al suo interno prevale la documentazione prodotta nelle zone occupate e in particolare nelle regioni a nord della Linea gotica, con direttive e circolari delle delegazioni regionali del comando generale delle Brigate Garibaldi, dei comandi di piazza e di zona, dei triumvirati insurrezionali, dei CLN regionali e locali. Inoltre, le “Sezioni regionali” contengono relazioni e corrispondenza sull’attività partigiana dei Gruppi di azione patriottica e delle Squadre di azione patriottica. Il Fondo Direzione Nord e il Fondo Corrispondenza Roma-Milano conservano carte degli organismi dirigenti locali e nazionali del Pci, del triumvirato insurrezionale, del comando militare delle Brigate Garibaldi e degli organismi da essi dipendenti, con verbali di riunioni interne tenute con i rappresentanti del Partito socialista italiano e del Partito d’Azione, oltre a documentazione di varia natura prodotta dai centri dirigenti del Pci di Roma e di Milano. Il Fondo Volantini della Resistenza riguarda prevalentemente le regioni settentrionali; offre numerose testimonianze sugli scioperi operai e conserva materiale di propaganda rivolto ai lavoratori e alla cittadinanza, prodotto da partiti, organizzazioni sindacali, associazioni e gruppi. La serie Fascicoli personali dei perseguitati politici e degli antifascisti pugliesi, è la più consistente tra quelle conservate presso l’archivio dell’ANPPIA. Le tipologie documentarie, raggruppate in 89 fascicoli, testimoniano l’esito di procedimenti curati dall’Associazione per il riconoscimento della qualifica di perseguitato politico o razziale e contengono significative testimonianze biografiche riguardo l’antifascismo pugliese.

Il progetto ha interessato la collezione dei 527 periodici conservati dalla Fondazione Gramsci e pubblicati tra il 1943 e il 1945 da comandi e formazioni partigiane, da organizzazioni politiche e sindacali a da gruppi sociali a sostegno della guerra di Liberazione. Gran parte di questo materiale è stato raccolto nel corso degli anni Cinquanta e Sessanta. Nel progetto è stata inserita la collezione di giornali relativi allo stesso periodo storico conservata dalla Fondazione Gramsci di Puglia, per un totale di 18 testate che testimoniano dell’attività di informazione nell’Italia meridionale. Tutti i fondi archivistici sono stati dotati di un inventario analitico informatizzato e in seguito digitalizzati. I periodici sono stati catalogati e quindi digitalizzati.

Al termine del lavoro sono stati riprodotti 55.671 files equivalenti a 849 GB. Al Portale è stata aggregata la digitalizzazione de “l’Unità” 1943-1945 e delle sue numerose edizioni locali, di “Rinascita” 1944-1945 e di collezioni fotografiche risalenti allo stesso periodo. Tutte le immagini realizzate nel corso del progetto, sia quelle di natura archivistica sia quelle di provenienza bibliotecaria, sono state associate alle rispettive schede descrittive, così da consentirne la consultazione contestuale attraverso il Portale accessibile all’indirizzo archivioresistenza.fondazionegramsci.org. Dalla home page il visitatore può accedere a delle pagine descrittive dei fondi documentari, vedere slide show, condurre ricerche integrate su diverse banche dati o selezionare il fondo di proprio interesse.