GRAMSCI IN GRAN BRETAGNA

È uscito in libreria il volume di Studi Gramsciani «Gramsci in Gran Bretagna» a cura di Derek Boothman, Francesco Giasi e Giuseppe Vacca.
Sono disponibili sul sito l’indice, una breve nota e il primo capitolo dell’Introduzione di Derek Boothman.

Dalla metà degli anni Sessanta, e soprattutto in seguito alla pubblicazione nel 1971 dell’antologia Selections from the Prison Notebooks, l’interesse per Gramsci in Gran Bretagna è cresciuto costantemente. Attraverso gli scritti dei maggiori interpreti del suo pensiero il volume dà conto dei momenti più significativi della sua penetrazione nella cultura inglese. Alla fortuna di Gramsci in Gran Bretagna è dedicato il saggio introduttivo, che prende le mosse dal ruolo di Piero Sraffa. Il volume raccoglie scritti di Perry Anderson, Quintin Hoare e Geoffrey Nowell-Smith, Victor G. Kiernan, Eric J. Hobsbawm, Stuart Hall, David Forgacs, Richard Bellamy, Anne Showstack Sassoon, Adam David Morton, Peter Thomas, Chris Harman e Derek Boothman.

 

vai alla pagina del volume pubblicato