Emilio Sereni. Diario 1946-1952

 

Emilio Sereni (1907-1977) è stato forse l’ultimo intellettuale enciclopedico del Novecento italiano, autore della fortunata Storia del paesaggio agrario italiano. Fu militante antifascista, carcerato politico, resistente, ministro, senatore e deputato, dirigente del Pci negli anni della Resistenza e della Guerra fredda e personalità conosciuta nel movimento comunista internazionale. Queste pagine di diario sono del tutto originali nella pur ricca memorialistica del Novecento. Sereni racconta alcune delle vicende politiche di cui è protagonista, ma soprattutto riflette su se stesso. Attraverso uno sforzo continuo di introspezione – con toni spesso ironici – egli indaga la propria personalità, il proprio rapporto con il partito e con i suoi leader (a cominciare da Togliatti), il proprio modo di lavorare, ma anche le sue complesse relazioni con le donne, in una sorta di esaltazione dell’«eterno femminino» di goethiana memoria.

 

Pubblicazione realizzata con il contributo della Fondazione Istituto Gramsci

 

Diario 1946-1952
Emilio Sereni
Introduzione di Giorgio Vecchio
Carocci, Roma 2015
pp. 207, € 22,00 | 9788843077977

 

vai al VOLUME