Gramsci, il materialismo storico e l’antologia russa del 1924

ANNO 59 2018
N. 2, APRILE-GIUGNO
Francesca Antonini, pp. 403-435
RICERCHE

Il saggio ha per tema il rapporto di Gramsci con una silloge di scritti di Marx ed Engels da lui conosciuta durante il suo soggiorno a Mosca. Tale antologia, edita nel 1924 da V.V. Adoratskij e A.D. Udal’cov, fu concepita nel quadro del lavoro di edizione e di interpretazione delle opere marx-engelsiane, poi sfociato nella Marx-Engels-Gesamtausgabe. A partire da uno studio ravvicinato del volume, si vanno ad indagare alcuni momenti dell’attività politica ed intellettuale gramsciana. Ad essere oggetto di analisi è innanzitutto la politica culturale del Pcd’I cosí come progettata da Gramsci da Vienna. Quindi l’attenzione si sposta sui Quaderni, di cui si mettono a fuoco diversi aspetti, indagando possibili connessioni fra gli scritti carcerari e il volume russo. Le tematiche principali sono due. In primo luogo, il rapporto di Gramsci con un riassunto del primo capitolo dell’Ideologia tedesca contenuto nell’antologia russa e con l’analisi della questione dell’ideologia lí contenuta. In secondo luogo, il richiamo alla concezione anti-deterministica del materialismo storico sviluppata da Engels in alcune sue lettere riportate nella silloge e variamente richiamata nella riflessione del carcere.

Parole chiave: Antonio Gramsci, Karl Marx, materialismo storico, antologia russa, L’ideologia tedesca

 

Gramsci, historical materialism and the Russian anthology of 1924

This essay focuses on Gramsci’s relationship with an anthology of texts by Marx and Engels that was available to him while he was in Moscow. The volume, published by V.V. Adoratskij and A.D. Udal’cov in 1924, was linked to the work of publishing and interpreting Marx’s and Engels’s oeuvre that led to the Marx-Engels-Gesamtausgabe. Some crucial moments in Gramsci’s political and intellectual activity are examined on the basis of a close comparison between the Gramscian texts and the extracts from the Russian anthology. First, the cultural programme of the Italian Communist Party developed by Gramsci during his stay in Vienna is discussed. Then, the Prison Notebooks are dealt with, dwelling in particular on two issues: Gramsci’s use of a summary of the first chapter of the German Ideology contained in the Russian volume, and his conception of «ideology»; and the connection between Engels’s anti-determinism (as it unfolds in some letters mentioned in the anthology) and Gramsci’s conception of historical materialism.

Keywords:  Antonio Gramsci, Karl Marx, historical materialism, Russian anthology, The German Ideology.


Vai alla scheda