Frontiere fluide e cartografie tematiche per la Storia dell’idea d’Europa di Federico Chabod (1961)

ANNO 58 2017
N. 1, GENNAIO-MARZO
Paolo Militello pp. 73-90


In questo contributo si è cercato di proporre un’ulteriore lettura di una delle opere piú famose dello storico Federico Chabod (1901-1960), la Storia dell’idea d’Europa, pubblicata, postuma, nel 1961. La nostra analisi si è soffermata, in particolare, su un aspetto finora poco studiato: la delineazione dei limiti, delle frontiere, dei «contorni» che, secondo Chabod, l’idea d’Europa ha disegnato nel corso dei secoli nello spazio «occidentale». A tal fine sono stati presi in considerazione soprattutto i passi dedicati al disegno «geografico», restituito e interpretato attraverso originali elaborazioni di cartografia tematica.
Parole chiave: storia, storiografia, cartografia tematica, frontiere, Europa.

 

Fluid frontiers and thematic mapping for Federico Chabod’s Storia dell’idea d’Europa (1961)

In this contribution we attempted to introduce a further reading of one of the most famous works by historian Federico Chabod (1901-1960), Storia dell’idea d’Europa (History of the Idea of Europe), published posthumously in 1961. The analysis focuses on an aspect that has been little studied: the delineation of limits, frontiers, and borders which, according to Chabod, the idea of Europe constructed throughout the course of the centuries in its ‘Western’ spaces. To that end, consideration will above all be made of the steps dedicated to «geographic» design, re-established and interpreted by way of original thematic mapping.
Keywords: history, historiography, thematic cartography, frontiers, Europe.


Vai alla scheda