Lumi, Europa, Mezzogiorno: il Settecento di Giarrizzo

ANNO 59 2018
N. 3, LUGLIO-SETTEMBRE
Anna Maria Rao, pp. 569-610
PER GIUSEPPE GIARRIZZO

In queste pagine si ricostruisce il contributo fondamentale e innovativo dato da Giuseppe Giarrizzo agli studi sul Settecento europeo, italiano, siciliano. L’attenta lettura congiunta delle sue note autobiografiche, dei suoi lavori – particolarmente ma non solo settecenteschi –, del suo epistolario e dei documenti del suo archivio mostra come l’interesse per il XVIII secolo e per l’età moderna fosse presente fin dai primi studi condotti sotto la guida di Santo Mazzarino. Storia dell’antico, storia delle religioni e storiografia sono rimaste costantemente intrecciate nelle sue ricerche. Anche per questo nel «suo» Settecento ci sono, naturalmente, le idee dei Lumi ma anche e soprattutto la storia del potere e della formazione delle classi dirigenti; ci sono la massoneria, le riforme e la questione meridionale, in una ricostruzione che non guarda solo dall’Europa all’Italia del Sud ma dall’Italia del Sud all’Europa, dimostrando la vitalità straordinaria della sua storia e della sua vita culturale. In appendice si pubblica una lettera molto significativa di Giarrizzo sull’Illuminismo e sugli studi settecenteschi e uno scambio di idee avuto con Giuseppe Galasso a proposito dei rapporti tra storia e antropologia molto importante per comprendere ancora meglio la sua concezione e della storia e del Mezzogiorno.

Parole chiave: Giuseppe Giarrizzo, Illuminismo, Europa, Mezzogiorno, Settecento

 

Enlightenment, Europe, and the South: Giuseppe Giarrizzo’s eighteenth century

This article retraces Giuseppe Giarrizzo’s crucial and innovative contribution to research on the eighteenth century in Europe, Italy, and Sicily. A careful analysis of his autobiographical notes, his works (mainly, but not only, on the eighteenth century), and his letters and papers from his personal archive, shows that his interest in the history of the eighteenth century and of the early modern age arose from his initial inquiries carried out under the supervision of Santo Mazzarino. The history of classical antiquity, the history of religions, and historiography are constantly intertwined in his research. This is one of the reasons why «his» eighteenth century features, of course, the ideas of the Enlightenment, but also – and especially – the history of power relations and the making of the ruling classes; it also includes Freemasonry, reforms and the «Southern question», with a gaze that looks not only from Europe to Southern Italy, but from Southern Italy to Europe, thus showing the extraordinary vitality of its history and its cultural life. In the appendix, we publish a very meaningful letter by Giarrizzo on the Enlightenment and on eighteenth century studies, as well as some piece of correspondence with Giuseppe Galasso about the relationships between history and anthropology, which proves very useful for gaining a better understanding of his view of both history and the Mezzogiorno.

Keywords: Giuseppe Giarrizzo, Enlightenment, Europe, Southern Italy, 18th century


Vai alla scheda